FANDOM


GROG DOMUS PARVA

(Aggiornato maggio 2016)

AGE: 18
TRAITS: Brave +3, Generous -2, Loyal +2

VIRTUES: Wanderer, Keen Vision, Large, Warrior.

FLAWS: Afflicted Tongue, Feral Upbringing, Incomprehensible.

CHARACTERISTICS: Intelligence (unschooled) -3, Perception (intuitive) +3, Presence (uncertain) -1, Communication (shy) -1, Strength (fit) +1, Stamina (resilient) +1, Dexterity (catlike) +3, Quickness (ready) +1

SKILLS: Animal Handling (wolves) 4, Athletics (climb) 3, Awareness (danger) 4, Bows (short bow) 1, Brawl (dodging) 4, Chirurgy (bind wounds) 2, Folk Ken (warriors) 1, Great Weapon (pole axe) 5, Hunt (tracking) 3, Leadership (intimidation) 2, Prof: Warrior (patrols) 1, Sing. Weap. (sword) 1, Speak Frank (battlespeak) 0, Stealth (sneak) 2, Survival (forest) 3, Swim (rivers) 2, Thrown Weapon (axe) 1.

KNOWLEDGES: Lore: Saxony (forests) 2, Speak Latin (battlespeak) 0, Speak Norse (battlespeak) 0, Speak Saxon (battlespeak) 0

COMBAT:
Pole Axe: init +1, attk +14, def +7, dam +12
Brawl: init +0, attk +9, def +6, dam +3
Soak 3 (metal leather parts)
Encumbrance: 4


Poco piu' che infante, Roul viene abbandonato nei boschi da genitori affamati e disperati che fuggivano da un villaggio in fiamme. Forse speravano che lo crescessero le fate; forse l'hanno affidato agli dei. Quel bambino senza nome non ricorda.

Ricorda solo fame e freddo al di la' di ogni senso, e poi l'essere finito in un buco, una tana puzzolente eppure piu' confortevole di quello che c'era all'esterno. Nella tana, un piccolo numero di lupi, sazi dopo una caccia fruttuosa, gli ha ringhiato in modo ostile. Il bambino senza nome li ha ignorati, e si e' avvicinato a una lupa che stava allattando: si e' fatto largo tra i cuccioli, e si e' saziato. Forse e' stato il suo odore particolare, l'odore di fango e muschio e foresta che aveva addosso e che nulla aveva di umano. Oppure i lupi erano troppo sbalorditi per divorarlo. Chissa', magari qualcos'altro e' scattato dentro di loro. Fatto sta che il bambino senza nome da quel giorno resto', crebbe, imparo', tutto insieme al branco.

Anni piu' tardi, aveva scoperto strumenti come i bastoni appuntiti che potevano in parte compensare i suoi denti minuscoli e i suoi artigli morbidi. E i suoi occhi acuti potevano rendersi utili individuando dettagli preclusi al naso e alle orecchie dei suoi compagni.

Naturalmente aveva gia' incontrato altri esseri umani, da lontano, gente misteriosa e a suo modo affascinante, che indossava pelli finte, invece degli stracci di cuoio che erano cio' che restava delle sue prede. Gli girava al largo, non li capiva... Finche' un giorno non ha avuto scelta.

Un gruppo di mercenari se ne stava accampato, e lui si e' lasciato tentare dall'odore della minestra. Quasi annoiato, il mercenario di guardia ha sguainato la spada e gli ha menato un fendente. Roul ha schivato, gli e' saltato addosso e l'ha sgozzato con un morso esperto. Gli altri mercenari non hanno fatto una piega. L'hanno solo guardato fisso per un istante. Uno di loro si e' alzato in piedi e ha teso un arco. Roul non si e' mosso. Ma a quel punto il capo dei mercenari ha versato un piatto di minestra, e gliel'ha appoggiato davanti. E per quel piatto di minestra calda, Roul e' rimasto a quell'accampamento, e ha imparato ad uccidere per un nuovo branco.

Roul ancora non capisce molto del mondo degli uomini. E' curioso, sta imparando, ma con una lentezza frustrante. Ha appreso che per gli uomini, 'cacciare' altri uomini e' un mestiere che ha un premio diverso dalla carne della preda, un mestiere molto piu' pericoloso e apprezzato.

Ogni tanto, sente i richiami dei lupi, e lo prende una nostalgia fortissima. E tuttavia adesso ha una pelle di metallo, del cibo, un'arma che non teme il paragone con sassi e bastoni. La sua vita e' piu' complessa e tutto sommato, migliore. Non puo' tornare dalla sua vecchia famiglia.

Ogni tanto, qualcuno del branco viene a trovarlo. Soprattutto sua sorella, che gli era particolarmente affezionata. Per Roul e' bello sapere che lo ricordano ancora, che lo aspettano ancora... Lui, di indole cosi' avido e possessivo, non manca mai di lasciare loro del cibo, e a volte non resiste ad unirsi ai loro splendidi ululati lontani con la sua voce misera e impacciata.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.